Archivio mensile:gennaio 2014

Radici trevisani in saor

Standard

Buongiorno amici carissimi,

oggi una gustosissima ricetta con i prodotti veneti per eccellenza. I “radici in saor” sono un contorno fantastico che stupirà i vostri ospiti. Particolarmente adatti per accompagnare i bolliti, io ve li consiglio anche con gli affettati come antipasto. Un grazie di cuore a Ivo che mi ha fatto scoprire questa deliziosa ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 radicchi di Treviso
  • 2 cipolle bianche abbastanza grandi
  • 50 gr di uva passa
  • 50 gr di pinoli
  • olio e.v.o. q.b.
  • aceto di vino bianco q.b.
  • sale e pepe

 

Laviamo i radicchi a tagliamoli in 4 parti per il verso della lunghezza. Sistemiamoli in una teglia da forno con un po’ d’olio, saliamo e pepiamo e cuociamo in forno già caldo a 180° per circa 15-20 minuti. Ricordiamoci di girarli 2-3 volte per permettere una cottura più uniforme.

Nel frattempo affettiamo finemente le cipolle e stufiamole in padella con un po’ d’olio, sale e pepe a fuoco basso finché non risulteranno trasparenti. Laviamo quindi bene l’uvetta con acqua tiepida e asciughiamola con un canovaccio o carta da cucina.

Dopo che gli ingredienti cotti si sono raffreddati  siamo pronti per assemblare il piatto: iniziamo con il fare uno strato di radicchio. Vi consiglio una piccola pirofila lunga e stretta (tipo uno stampo da plum-cake). Proseguiamo con uno strato di cipolle, con qualche pinolo e un po’ d’uvetta fino ad esaurire gli ingredienti. Per ogni strato aggiungiamo olio e aceto, dosandoli in base al nostro gusto.

Conserviamo il tutto in frigorifero coperto. Vi consiglio di preparare il piatto almeno il giorno prima di essere servito: i radicchi acquisteranno più sapore!

Buon appetito!

Martina

2014-01-01 12.47.19

Annunci

Il torrone morbido fatto in casa

Standard

Buongiorno e bentrovati!

Oggi vi regalo la mia ricetta per fare il torrone in casa. Ricetta che mi è stata a sua volta donata dalla mia cara amica Anna che ringrazio! Niente di complicato come si può pensare, tutt’altro! L’unica cosa che occorre avere è un termometro da cucina…pronti? Via! 😉

2013-12-26 11.59.29    2014-01-02 12.18.14 2014-01-02 12.22.39

In una pentola dai bordi alti versiamo 250 gr di zucchero semolato, 17 gr di miele e 50 gr di acqua e portiamo il tutto ad ebollizione fino a raggiungere i 171°.

In un altro pentolino dai bordi alti mettiamo 25o gr di miele e lo portiamo a una temperatura di 121°.

Nella planetaria o con le fruste montiamo a neve ferma 30 gr di albume (l’equivalente di 1 uovo circa).

Cominciamo versando a filo il composto di miele, acqua e zucchero nella planetaria con gli albumi quando il tutto è ancora caldo. Usiamo una velocità bassa delle fruste. Aggiungiamo quindi anche il miele caldo sempre a filo.

Togliamo il tutto dalla planetaria e con una spatola incorporiamo 5 hg della frutta secca che preferiamo precedentemente tostata in forno (una decina di minuti a 150° sarà sufficiente).

Spalmiamo quindi il torrone su della carta da forno. Possiamo spolverare prima la carta con dello zucchero a velo per evitare che il composto si attacchi oppure usiamo le ostie se riusciamo a trovarle in commercio. Conserviamo in congelatore fino al momento di servire: davvero buonissimo e un’ottima idea regalo!

Martina