Archivio mensile:febbraio 2014

Polpettone con ripieno di radicchio e salame

Standard

Ecco qui un secondo piatto al quale nessuno saprà resistere: morbido e saporito allo stesso tempo!

Ingredienti:

  • 300 gr di macinato scelto di manzo
  • 1 uovo
  • 2 cespi di radicchio di Treviso
  • 1 patata lessa
  • 3/4 fette di salame
  • prezzemolo q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • pangrattato q.b.
  • Parmigiano q.b.
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • vino bianco

Amalgamiamo il macinato con l’uovo e la patata precedentemente lessata e schiacciata con una forchetta. Uniamo il prezzemolo tritato e uno spicchio d’aglio tagliato finemente.  Aggiungiamo Parmigiano e pangrattato quanto basta per ottenere un composto morbido ma asciutto. Saliamo e pepiamo e stendiamo il composto ottenuto su un tagliere rivestito di carta forno in modo da agevolare l’operazione di chiusura.

Al centro del composto disponiamo il radicchio lavato e asciugato (possiamo tagliarlo o lasciarlo intero) e quindi sbricioliamo grossolanamente il salame. Chiudiamo per formare un rotolone.

IMG-20140218-WA0004

Preriscaldiamo il forno a 180° e cuociamo il polpettone adagiato su una pirofila con un po’ d’olio. Dopo circa mezz’ora di cottura sfumiamo con il vino bianco, quindi continuiamo a cuocere per ancora mezz’ora, finché il polpettone non assume un bel colore dorato. Serviamo con un contorno a piacere.

Martina

2014-02-02 19.11.33 2014-02-02 19.12.58

Annunci

Polenta pasticciata

Standard

Pioggia, neve, vento…meglio scaldarsi con qualcosa di caldo e tipicamente invernale. Cosa c’è di meglio della polenta pasticciata secondo la ricetta della mamma? Mettiamoci al lavoro!

1016407_805826262767128_1432448719_n

Ingredienti per 4/5 persone:

  • 500 gr di farina di polenta
  • 2,5 l di acqua
  • 2 cucchiai di olio e.v.o. 
  • 3 hg di ragù o salsiccia
  • Parmigiano reggiano
  • Fontina
  • 3 hg di funghi (chiodini andranno benissimo)

Prepariamo la polenta: nell’acqua salata aggiungiamo la farina a pioggia e mescoliamo con una frusta. Versiamo anche due cucchiai di olio e.v.o. e facciamo cuocere a fuoco lento per circa 2 ore. La polenta deve comunque risultare molto morbida, da prendere a cucchiaiate.

In delle piccole cocotte monoporzione facciamo uno strato di polenta, quindi uno strato di ragù di carne scelta di manzo (in alternativa possiamo utilizzare salsicce precedentemente cotte in padella) e chiudiamo con una generosa spolverata di Parmigiano reggiano. Procediamo quindi con un secondo strato di polenta e uno di fontina, funghi e Parmigiano. Un ultimo strato di polenta e, a chiudere, ancora Parmigiano.

Facciamo gratinare il tutto in forno finché non si forma una bella crosticina dorata e serviamo fumante!

Buon appetito!

Martina

Krapfen

Standard
Krapfen

Buongiorno e buona domenica…oggi profumo di krapfen!!

Rispettiamo dunque la tradizione di Carnevale con questi super dolci che potete decidere di friggere o di cuocere al forno come ho fatto io e vi assicuro che vengono comunque deliziosi e morbidissimi! 😉

Ingredienti per circa 20 krapfen:

  • 50 gr di zucchero semolato
  • 10 gr di sale
  • 100 gr di burro a temperatura ambiente
  • 200 gr di latte tiepido
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo
  • 500 gr di farina 0 o tipo manitoba più q.b. perchè l’impasto si stacchi facilmente
  • 12 gr di lievito naturale secco attivo o lievito di birra
  • la buccia di un limone
  • la buccia di un’arancia
  • zucchero a velo (o semolato se friggiamo i krapfen)
  • olio di semi per friggere
  • marmellata, crema al cioccolato o crema pasticciera per farcire

 

Sciogliamo il lievito in poco latte tiepido preso dalla quantità totale. Sbattiamo le uova con una frusta nel latte restante e lasciamole da parte. Nella planetaria setacciamo la farina e aggiungiamo lo zucchero, il sale, le bucce grattugiate e mescoliamo il tutto. Aggiungiamo il composto di uova e latte. Usando il gancio a foglia lasciamo impastare per 5 minuti (se non abbiamo la planetaria andrà benissimo l’olio di gomito). Uniamo il lievito sciolto nel latte e impastiamo per altri 2 minuti. Uniamo quindi il burro a pezzettini, aspettando che ogni pezzo si sia incorporato all’impasto prima di unire il successivo. Impastiamo ancora finchè il composto non si stacca dalle pareti, morbido a asciutto, aggiungendo altra farina all’occorrenza. Trasferiamo il tutto su di un piano da lavoro per dargli una forma tonda e mettiamolo in una ciotola coperta da pellicola a lievitare per 3 ore (in forno con la luce accesa). Quando l’impasto avrà raddoppiato di volume stendiamolo senza impastarlo con l’aiuto di un mattarello fino al ottenere una sfoglia di circa 2 cm. Con un coppapasta di circa 7-8 cm creiamo dei dischi e se, come me, decidete di cuocere i krapfen in forno e di guarnirli con la marmellata, possiamo metterne direttamente un cucchiaio all’interno e chiudere con un altro disco. Lasciamo quindi lievitare nuovamente per un’altra mezz’ora prima di cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti. Una volta che i krapfen sono pronti spolveriamo con lo zucchero a velo. Se decidiamo di riempire i krapfen con crema al cioccolato o crema pasticciera facciamolo una volta cotti,  con l’aiuto di una sàc a poche.
In alternativa possiamo friggere i krapfen nell’olio di semi e, una volta pronti, passarli nello zucchero semolato, quindi farcirli con il nostro ripieno preferito.
Una goduria! 😉
Buon appetito!
Martina
2014-02-01 16.45.46 2014-02-01 16.45.53