Archivio mensile:gennaio 2016

Papillon

Standard

Nuovi esperimenti… nuove avventure! Grazie all’indispensabile aiuto della zia Tea ho potuto realizzare questi papillon, un accessorio maschile prepotentemente tornato di moda. Molti amici ne fanno largo uso e così ho voluto cimentarmi. Troppo inesperta per saper usare la macchina da cucire (sì, mi è stata da poco regalata!!) ho dovuto affidarmi per le cuciture a mani ben più abili delle mie! Le stoffe che ho scelto hanno preteso una lunga ricerca, mentre altre vengono dall’armadio della zia… rigorosamente vintage!
Martina

image

image

image

image

Annunci

Ravioli con cuore di radicchio, ricotta e Taleggio conditi con burro e noci

Standard

Buon weekend amici carissimi! È sabato finalmente quindi ecco una ricetta perfetta per la domenica: dei ravioli di pasta fresca fatta in casa ripieni di radicchio, ricotta e Taleggio. Il condimento doveva per forza essere semplice: burro e noci che ben si sposano con gli ingredienti invernali di questo piatto. Mani in pasta dunque!

img_20160123_094953.jpg

Ingredienti per 6 persone:

Per la pasta

  • 4 uova
  • 100 gr di semola di grano duro
  • 300 gr di farina 0
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 500 gr di radicchio di Treviso
  • 250 gr di Taleggio
  • 200 gr di ricotta
  • 2 scalogni
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • vino bianco
  • qualche cucchiaio di Parmigiano Reggiano

Per il condimento

  • burro q.b.
  • noci a piacere

Iniziamo preparando la sfoglia. Nella planetaria con gancio (o a mano se preferite) versiamo le farine, le uova con un pizzico di sale e l’olio. Facciamo andare finché non si forma una bella pallina che continuiamo poi a lavorare a mano. Lasciamo riposare la pasta per qualche minuto e nel frattempo prepariamo il ripieno.

Tagliamo a tocchetti i radicchi già lavati e versiamoli in una padella nella quale abbiamo già fatto soffriggere gli scalogni con un po’ d’olio. Sfumiamo con del vino bianco, saliamo, pepiamo e portiamo a cottura. Lasciamo raffreddare e cerchiamo di scolare poi bene i radicchi dal sughetto che inevitabilmente di formerà. Aggiungiamo al composto la ricotta e qualche cucchiaio di Parmigiano Reggiano.

Tiriamo la sfoglia, sottile ma non troppo…dovrà racchiudere un ricco ripieno! Con un coppapasta tagliamo dei dischi rotondi e su ciascuno, al centro, mettiamo un po’ del composto di radicchio e un pezzettino di Taleggio. Con un secondo dischetto di pasta chiudiamo il raviolo, cercando di far uscire tutta l’aria e schiacciando bene i bordi.

Buttiamo i ravioli in acqua bollente salata, saranno pronti in 7/8 minuti. Mantechiamo con del burro fuso e qualche noce tagliata a coltello. Una vera goduria! 😉

Martina

Ed ora… parliamo d’altro!

Standard

Buon pomeriggio amici!

Oggi vi scrivo per condividere con voi un bellissimo nuovo progetto di cui sono entrata a far parte. Si tratta di uno spazio giovane e dinamico, un  blog ma anche un magazine on-line in cui si esplorano nuovi punti di vista; un contenitore nel quale ciascuno può trovare il suo interesse: dall’arte, alla musica, alla fotografia, all’attualità… fino alla cucina! Presto quindi potrete trovare le mie ricette anche qui: http://parlaredaltro.it/  ma molto, molto di più! Cosa state aspettando? Cliccate e leggete!

Martina

Immagine

Scrub alla lavanda

Standard

Buongiorno a tutti! Per rimetterci in forma dopo le abbuffate di questo periodo vi propongo una ricetta…ma non una ricetta qualsiasi, una ricetta di bellezza! 🙂 Realizzare questo scrub è davvero un gioco da ragazzi ed è anche una bellissima idea se dovete fare un pensierino ad un’amica.

Vediamo dunque insieme gli ingredienti e l’occorrente:
1 parte di fiori essiccati di lavanda
3 parti di sale fino
1 parte di olio di mandorle dolci
1 barattolo a chiusura ermetica pulito e perfettamente asciutto

Versiamo il sale nel contenitore, aggiungiamo l’olio di mandorle e mescoliamo bene il tutto. Per ultimi uniamo i fiori di lavanda e amalgamiamo al composto. Lo scrub è già pronto per essere usato ma se potete aspettare qualche giorno la lavanda sprigionarerà tutto il suo aroma. Potete conservare il barattolo in luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore e durerà per parecchio tempo!

Buon appetito….ops! Buon relax!
Martina

image

image

Tronchetto di Natale salato

Standard

Ebbene sì, le Feste cari amici non sono ancora terminate e sono sicura avrete qualche cena in programma. Stupite i vostri ospiti con questo semplicissimo tronchetto salato..pronto davvero in pochi minuti e che potrete praparare con un giorno d’anticipo!

image

Ingredienti:

4 o 5 fogli di pane da tramezzini
4 hg circa di insalata russa
1 hg di prosciutto cotto
3/4 cucchiai di Philadelphia

Prendiamo i fogli di pane da tramezzini e sovrapponiamoli leggermente per il lato più lungo in modo da formare un unico foglio. Con un mattarello compattiamo bene il tutto finché i fogli non si attaccano. Stendiamo le fette di prosciutto cotto su tutta la superficie, quindi l’insalata russa. Arrotoliamo per il verso della lunghezza stringendo bene il rotolo. Se lo facciamo il giorno prima possiamo conservare il tronchetto avvolto nella pellicola trasparente in frigorifero per poi guarnirlo all’ultimo momento. Tagliamo il rotolo a 3/4 e leggermente di sbieco in modo da formare il ramo che metteremo a lato del nostro tronchetto. A questo punto spalmiamo il tutto con la Philadelphia delicatamente e facendo attenzione a non rompere il pane. Con i rebbi di una forchetta creiamo le tipiche striature del tronchetto. Serviamo ai nostri ospiti felici 🙂
Naturalmente possiamo variare il ripieno in base ai nostri gusti. Buon appetito!
Martina