Archivio mensile:maggio 2016

Asparagi in saor

Standard

20160516_150857

Cari amici, oggi il ristorante “Chez Martina” propone: “asparagi in saor”.

Se come me in questo periodo non potete fare a meno di questo ortaggio, vi propongo un modo originale per gustare gli ultimi asparagi di stagione. Una ricetta tipicamente veneta e un abbinamento insolito quanto azzeccato. Non perdeteveli!

Ingredienti:

  • asparagi verdi
  • cipolla bianca
  • uvetta
  • pinoli
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • aceto

Per prima cosa peliamo e laviamo con cura gli asparagi, conservando solo la parte più tenera; quindi cuociamoli a vapore mantenendoli croccanti. Nel frattempo, in una padella, facciamo stufare la cipolla tagliata sottile con un po’ d’olio. Facciamola cuocere lentamente finchè non diventa morbida. Condiamola quindi con aceto, sale e pepe. Siamo pronti per assemblare il piatto. Sopra gli asparagi cotti adagiamo la cipolla con tutto il suo sugo; cospargiamo di pinoli e uvetta.

Questo piatto è ottimo come antipasto, per accompagnare dei salumi fresci ma io lo adoro anche con il bollito.

Buon appetito, Martina

20160414_184544

Link

Una marmellata cui proprio non so resistere è quella di fragole. Dolce ma non stucchevole e con quel colore così invitante… ė una gioia per gli occhi oltre che per il palato.
Fare la marmellata di fragole è molto più semplice di quello che può sembrare. Non vi darò le dosi esatte ma semplicemente delle proporzioni da rispettare.

Ingredienti:
700 gr di zucchero per ogni chilo di fragole mature (se le fragole sono dolci questa dose di zucchero, a parer mio, è pienamente sufficiente).

Puliamo le fragole eliminando il ciuffetto verde, laviamole e asciughiamole bene ma delicatamente con della carta assorbente.
Tagliamole quindi a tocchetti non troppo piccoli e versiamole in una pentola sufficientemente capiente insieme allo zucchero. Facciamo bollire fino a che la marmellata non ha raggiunto la densità che desideriamo. Personalmente amo trovare qualche pezzettino di frutta intero. 
Facendo attenzione a non scottarci versiamo la marmellata ancora bollente nei vasetti di vetro sterilizzati e richiudiamoli subito con il coperchio mettendoli a testa in giù fino a che non avranno fatto il sottovuoto (io in genere li lascio per una notte).
Eccoci pronti per gustar un pizzico di primavera tutto l’anno. Una delizia!

Martina

image