Archivi categoria: Contorni

Asparagi in saor

Standard

20160516_150857

Cari amici, oggi il ristorante “Chez Martina” propone: “asparagi in saor”.

Se come me in questo periodo non potete fare a meno di questo ortaggio, vi propongo un modo originale per gustare gli ultimi asparagi di stagione. Una ricetta tipicamente veneta e un abbinamento insolito quanto azzeccato. Non perdeteveli!

Ingredienti:

  • asparagi verdi
  • cipolla bianca
  • uvetta
  • pinoli
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • aceto

Per prima cosa peliamo e laviamo con cura gli asparagi, conservando solo la parte più tenera; quindi cuociamoli a vapore mantenendoli croccanti. Nel frattempo, in una padella, facciamo stufare la cipolla tagliata sottile con un po’ d’olio. Facciamola cuocere lentamente finchè non diventa morbida. Condiamola quindi con aceto, sale e pepe. Siamo pronti per assemblare il piatto. Sopra gli asparagi cotti adagiamo la cipolla con tutto il suo sugo; cospargiamo di pinoli e uvetta.

Questo piatto è ottimo come antipasto, per accompagnare dei salumi fresci ma io lo adoro anche con il bollito.

Buon appetito, Martina

20160414_184544

Radicchio di Treviso in agrodolce

Standard

image

Non solo d’estate ci si può sbizzarrire con la conservazione dei prodotti dell’orto. Provate questi radicchi di Treviso in agrodolce e ditemi se non vi ricrederete anche voi!

Ingredienti:
1 kg di radicchio rosso trevigiano tardivo
1/2 lt d’acqua
1/2 lt di aceto
125 ml di olio e.v.o.
45 gr di zucchero
40 gr di sale
Bacche di ginepro
Pepe in grani

Mettiamo tutti gli ingredienti della marinata in una pentola capiente e portiamo ad ebollizione. Nel frattempo laviamo i cespi di radicchio sotto l’acqua corrente e sbucciamo la parte più tenera, tagliando quella più coriacea. Dividiamo i radicchi in 4 pezzi nel senso della lunghezza (in 2 se sono particolarmente piccoli). Quando la marinata comincia a bollire immergiamo i radicchi lasciandoli per 1 solo minuto dalla ripresa del bollore; quindi scoliamoli.
Riempiamo 4 vasetti a chiusura ermetica da 250 ml con il radicchio scottato, qualche bacca di ginepro, qualche grano di pepe e infiliamo una gabbietta di plastica per mantenere il tutto ben schiacciato. Versiamo quindi il liquido riportato ad ebollizione, sigilliamo i barattoli e giriamoli a testa in giù. Aspettiamo, ahimè, 10 giorni prima di assaggiare. Assicuriamoci che i vasetti abbiano raggiunto il sottovuoto e potremo conservarli in dispensa anche per un anno (se così non fosse lasciamoli in frigo e mangiamoli entro un paio di settimane).
Perfetti per accompagnare salumi, formaggi e bolliti.

Martina

Radici trevisani in saor

Standard

Buongiorno amici carissimi,

oggi una gustosissima ricetta con i prodotti veneti per eccellenza. I “radici in saor” sono un contorno fantastico che stupirà i vostri ospiti. Particolarmente adatti per accompagnare i bolliti, io ve li consiglio anche con gli affettati come antipasto. Un grazie di cuore a Ivo che mi ha fatto scoprire questa deliziosa ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 radicchi di Treviso
  • 2 cipolle bianche abbastanza grandi
  • 50 gr di uva passa
  • 50 gr di pinoli
  • olio e.v.o. q.b.
  • aceto di vino bianco q.b.
  • sale e pepe

 

Laviamo i radicchi a tagliamoli in 4 parti per il verso della lunghezza. Sistemiamoli in una teglia da forno con un po’ d’olio, saliamo e pepiamo e cuociamo in forno già caldo a 180° per circa 15-20 minuti. Ricordiamoci di girarli 2-3 volte per permettere una cottura più uniforme.

Nel frattempo affettiamo finemente le cipolle e stufiamole in padella con un po’ d’olio, sale e pepe a fuoco basso finché non risulteranno trasparenti. Laviamo quindi bene l’uvetta con acqua tiepida e asciughiamola con un canovaccio o carta da cucina.

Dopo che gli ingredienti cotti si sono raffreddati  siamo pronti per assemblare il piatto: iniziamo con il fare uno strato di radicchio. Vi consiglio una piccola pirofila lunga e stretta (tipo uno stampo da plum-cake). Proseguiamo con uno strato di cipolle, con qualche pinolo e un po’ d’uvetta fino ad esaurire gli ingredienti. Per ogni strato aggiungiamo olio e aceto, dosandoli in base al nostro gusto.

Conserviamo il tutto in frigorifero coperto. Vi consiglio di preparare il piatto almeno il giorno prima di essere servito: i radicchi acquisteranno più sapore!

Buon appetito!

Martina

2014-01-01 12.47.19

Patate alla Dauphinoise

Standard

Buonasera a tutti!

Per concludere questa settimana e questa domenica ho preparato un contorno molto gustoso, che si sposa bene con gli arrosti e si può preparare con un giorno d’anticipo.

Ingredienti per 8 persone:

  • burro q.b.
  • 3 cipolle medie
  • 1 kg di patate
  • sale e pepe
  • vino bianco
  • olio e.v.o.
  • 225 ml di latte
  • 350 ml di panna
  • Parmigiano q.b.

Puliamo e tagliamo sottili le cipolle e le mettiamo a soffriggere per qualche minuto, sfumando con del vino bianco, salando e pepando. Le cipolle non devono imbiondire ma solo ammorbidirsi, quindi spegniamo il fuoco.

Peliamo e tagliamo sottili le patate con l’aiuto di una mandolina, distribuiamo le patate in una pirofila unta con del burro, sovrapponendole appena. Cospargiamo con un pò di cipolle cotte su ogni strato, regoliamo di sale e pepe. Ripetiamo l’operazione con tutte le patate. In un pentolino uniamo il latte e la panna e portiamo ad ebollizione a fuoco basso. Versiamo il tutto sopra le patate finchè il composto non arriva fino all’ultimo strato e inforniamo nel forno già caldo a 180° per circa un’ora. 15 minuti prima che le patate siano pronte cospargiamo con abbondante Parmigiano. Sforniamo e lasciamo raffreddare qualche minuto prima di servire. Buon appetito!

Martina

SAM_4515

 

 

 

 

Insalata di mele, finocchio, arancia e noci

Standard

Un contorno che fa subito festa, un’insalata particolare, perfetta per accompagnare una bella fetta di arrosto. Adoro questo piatto che non può proprio mancare sulla mia tavola di Natale.

Ingredienti per 3/4 persone:

  • mezzo finocchio
  • 1 hg di radicchio variegato
  • un’arancia
  • 1 mela renetta
  • una manciata di gherigli di noce
  • sale, pepe
  • il succo di un limone
  • olio e.v.o.

SAM_4065

Spelliamo l’arancia a vivo e tagliamo la mela a fettine sottili. Per evitare che quest’ultima annerisca bagniamo subito entrambe con del succo di limone. In una terrina versiamo l’insalata ben lavata, asciugata e tagliata, il finocchio tagliato abbastanza sottile con l’aiuto di una mandolina e i gherigli di noce. A me piace sentirli abbastanza interi e croccanti sotto i denti quindi non li rompo. Infine uniamo l’arancia e la mela già condite con il succo di limone. Aggiungiamo sale, pepe e olio a piacere e buon appetito! 🙂

Martina

 

Contorno di patate e zucca al forno

Standard

Originale non trovate? Ma davvero buonissimo! Provare per credere! La dolcezza della zucca fatta a cubetti si sposa benissimo con la patata. Un contorno originale e colorato per stupire i vostri ospiti…

Le dosi degli ingredienti possono variare a seconda delle vostre esigenze ma la proporzione ideale della zucca rispetto alle patate è di 1:3.

Tagliamo quindi le nostre patate a cubetti di circa 1 cm e facciamo lo stesso con la zucca. In una teglia da forno versiamo un filo d’olio, vi adagiamo sopra le verdure, qualche ciuffetto di burro, un trito sottile di aglio (senz’anima) e rosmarino, sale e pepe.

Inforniamo a 190-200° per mezz’ora circa. A metà cottura tiriamo fuori la nostra teglia, sfumiamo con del vino bianco e richiudiamo ultimando la preparazione. Io ho usato questo contorno come accompagnamento a del filetto cotto sulla piastra e devo dire che è stato davvero un successone! 😉

Buon appetito!

Martina