Archivi categoria: Primi piatti

Ravioli con cuore di radicchio, ricotta e Taleggio conditi con burro e noci

Standard

Buon weekend amici carissimi! È sabato finalmente quindi ecco una ricetta perfetta per la domenica: dei ravioli di pasta fresca fatta in casa ripieni di radicchio, ricotta e Taleggio. Il condimento doveva per forza essere semplice: burro e noci che ben si sposano con gli ingredienti invernali di questo piatto. Mani in pasta dunque!

img_20160123_094953.jpg

Ingredienti per 6 persone:

Per la pasta

  • 4 uova
  • 100 gr di semola di grano duro
  • 300 gr di farina 0
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 500 gr di radicchio di Treviso
  • 250 gr di Taleggio
  • 200 gr di ricotta
  • 2 scalogni
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • vino bianco
  • qualche cucchiaio di Parmigiano Reggiano

Per il condimento

  • burro q.b.
  • noci a piacere

Iniziamo preparando la sfoglia. Nella planetaria con gancio (o a mano se preferite) versiamo le farine, le uova con un pizzico di sale e l’olio. Facciamo andare finché non si forma una bella pallina che continuiamo poi a lavorare a mano. Lasciamo riposare la pasta per qualche minuto e nel frattempo prepariamo il ripieno.

Tagliamo a tocchetti i radicchi già lavati e versiamoli in una padella nella quale abbiamo già fatto soffriggere gli scalogni con un po’ d’olio. Sfumiamo con del vino bianco, saliamo, pepiamo e portiamo a cottura. Lasciamo raffreddare e cerchiamo di scolare poi bene i radicchi dal sughetto che inevitabilmente di formerà. Aggiungiamo al composto la ricotta e qualche cucchiaio di Parmigiano Reggiano.

Tiriamo la sfoglia, sottile ma non troppo…dovrà racchiudere un ricco ripieno! Con un coppapasta tagliamo dei dischi rotondi e su ciascuno, al centro, mettiamo un po’ del composto di radicchio e un pezzettino di Taleggio. Con un secondo dischetto di pasta chiudiamo il raviolo, cercando di far uscire tutta l’aria e schiacciando bene i bordi.

Buttiamo i ravioli in acqua bollente salata, saranno pronti in 7/8 minuti. Mantechiamo con del burro fuso e qualche noce tagliata a coltello. Una vera goduria! 😉

Martina

Pesto di noci

Standard

Ecco un’idea per un sugo buono, alternativo e super veloce. Se vi piacciono le noci non potrete non replicarlo! 😉

Ingredienti per 4 persone:
100 gr di gherigli di noci
15 gr di pinoli già pelati
15 gr di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di panna da cucina
Olio e.v.o.
Sale

Raccogliamo i gherigli di noce e i pinoli in un mixer. Aggiungiamo 1 cucchiaio di olio e frulliamo il tutto. Aggiungiamo il parmigiano e la panna, quindi frulliamo ancora fino ad ottenere una salsa cremosa. Regoliamo di sale e versiamo sulla nostra pasta preferita.
Possiamo anche conservare il sugo in un vasetto sterilizzato. In questo caso copriamo il sugo con un filo d’olio, chiudiamo ermeticamente e riponiamo in frigo per un massimo di 2 settimane.
Buon appetito!

Martina

image

Zuppa di funghi

Standard

Buon autunno amici! La mia stagione preferita è finalmente giunta con i suoi colori, i suoi profumi e sopratutto i suoi sapori unici. Ecco uno dei piatti che non può mancare sulla nostra tavola ottobrina: la zuppa di funghi freschi.

Ingredienti per 6 persone:
1 kg di funghi misti freschi
2 patate
brodo vegetale q.b. (sedano, carote e cipolla)
Sale e pepe
Olio e.v.o.
1 spicchio d’aglio

Iniziamo preparando del brodo vegetale classico con sedano, carote, cipolla e le patate. Nel frattempo puliamo e laviamo accuratamente i funghi, quindi tagliamoli a piccoli pezzi. Cuciniamoli con uno spicchio d’aglio e un po’ d’olio fino a che saranno morbidi, aggiungendo un po’ d’acqua se necessario. Togliamo l’aglio e aggiustiamo di sale e pepe. Una volta che i funghi si saranno cotti, aggiungiamo 2/3 mestoli di brodo e frulliamo il tutto con il frullatore a immersione aggiungendo però le patate del brodo che addenseranno la nostra zuppa. (Se preferite conservate qualche fungo intero.) A questo punto aggiungiamo altro brodo fino a raggiungere la densità desiderata. Aggiustiamo di sale e pepe a bisogno. Serviamo la nostra zuppa bollente e cremosa con dei crostini di pane.

Buon appetito! 🙂
Martina

image

Ravioli alla Parmigiana

Standard

Buongiorno cari lettori,

oggi vi propongo il tipico piatto della domenica: i ravioli fatti in casa. Lavoro e grandi soddisfazioni! Se volete prepararli in anticipo vi consiglio di surgelarli e tirarli fuori all’ultimo, immergendoli nell’acqua bollente ancora congelati.

Ecco le dosi per circa 10 persone:

Per la pasta

  • 6 uova
  • 300 gr di farina 0
  • 300 gr di farina di grano duro
  • 3 cucchiai di olio e.v.o.
  • un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 2 melanzane romane
  • 2 mozzarelle
  • Parmigiano q.b.
  • olio e.v.o.
  • sale e pepe
  • prezzemolo
  • 2 spicchi d’aglio

Per il sugo

  • pomodorini pachino
  • qualche foglia di basilico
  • olio e.v.o.
  • sale e pepe
  • uno spicchio d’aglio

Cominciamo dalla pasta. Facciamo la fontana su un tagliere utilizzando le due farine e aggiungiamo, al centro, le uova, un pizzico di sale e l’olio. Iniziamo a inglobare mano a mano la farina partendo dai bordi per formare un impasto liscio e omogeneo. Aggiungiamo un po’ di farina all’occorrenza.  Copriamo la pasta con della pellicola trasparente e la lasciamo riposare per un’ora.

Nel frattempo ci dedichiamo al ripieno. Peliamo le melanzane, laviamole e facciamole e cubetti di 1 cm circa. Se trovate le melanzane del tipo romano, più dolci, non servirà che le mettiate a perdere la loro acqua. In una pentola antiaderente scaldiamo 3-4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva con due spicchi d’aglio. Appena questi imbiondiscono li togliamo e aggiungiamo le melanzane tagliate. Portiamo quindi a cottura salando e pepando.  Una manciata di prezzemolo tritato a fuoco spento e il ripieno è pronto. Una volta che si sarà raffreddato aggiungiamo del Parmigiano che servirà a compattare il tutto.

Passiamo quindi a stendere la pasta con il mattarello o con l’aiuto dell’apposita macchinetta. Con un coppapasta tagliamo dei dischi dal diametro di 7 cm circa e in ciascuno mettiamo un cucchiaino del ripieno preparato e 2-3 cubetti di mozzarella precedentemente asciugata bene con un foglio di carta assorbente.  Chiudiamo ogni raviolo passando il bordo con il dito bagnato in modo che la pasta attacchi meglio. Premiamo e assicuriamoci di far uscire tutta l’aria in modo che le nostre mezzelune non si aprano in cottura.

Per il sugo mettiamo a scaldare uno spicchio d’aglio in un filo d’olio. Anche in questo caso, non appena l’aglio imbiondisce lo togliamo e aggiungiamo i pomodorini tagliati a tocchetti. Saliamo, pepiamo e portiamo a cottura. Qualche foglia di basilico e il sugo è pronto. Se volete una salsa liscia e omogenea potete frullare il tutto con l’aiuto di un frullatore a immersione.

Cuociamo i nostri ravioli in acqua salata per 4-5 minuti, scoliamoli e gettiamoli nel sugo…da leccarsi i baffi!

La dose perfetta è di 7 ravioli a testa, dose che potete naturalmente aumentare se voi o i vostri commensali siete

particolarmente affamati! 😉 Non mi resta che augurarvi buon appetito!

Martina

SAM_5393 SAM_5398 SAM_5438

Insalata fredda di farro

Standard

Buongiorno amici!

Una sferzata di energia e un auspicio che arrivi finalmente la bella stagione. In tanti mi chiedono un’alternativa alla classica insalata di riso o pasta fredda per l’estate. Io adoro il farro e vi invito a provare questo mix eccezionale! Ovviamente le verdure potrete sostituirle in base alla stagionalità…per ora mi godo ancora gli asparagi! Questa versione è buonissima anche tiepida ed è l’ideale per la spiaggia o i pranzi fuori casa.

2013-05-20 12.11.35

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di farro
  • 2 scatolette di tonno al naturale
  • 5-6 asparagi già lessati
  • 15-20 fagiolini già lessati
  • 15 pomodorini ciliegini
  • 1 mozzarella
  • olio e.v.o.
  • Erbe aromatiche fresche: basilico, maggiorana, origano, timo

Lessiamo il farro in acqua salata per una decina di minuti e nel frattempo tagliamo gli asparagi a losanghe, i fagiolini a pezzetti, i pomodorini a spicchi e la mozzarella a cubetti. Rompiamo il tonno e prepariamo le erbe aromatiche: laviamole per prima cosa e sfogliamo il timo (io sul mio “orto” in terrazzo ho quellolimonato) e sminuzziamo tutto il resto. Una volta che il farro è cotto lo scoliamo e lo lasciamo intiepidire, quindi aggiungiamo tutti gli ingredienti e per ultime le erbe aromatiche. Serviamo subito o di frigo con un giro di olio extra vergine d’oliva all’ultimo minuto.

Il segreto di quest’insalata sta proprio nei profumi freschi delle erbe aromatiche…non potrete resistere! 😉

Buon appetito!

Martina

2013-05-19 18.35.23

 

Risotto agli asparagi

Standard

Cosa preparate per il pranzo della domenica? Ecco un’ottima idea con ingredienti freschi e di stagione per una ricetta classica e buonissima: il risotto agli asparagi.

SAM_4582

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di asparagi verdi
  • 350 gr di riso Vialone nano
  • 1 cipollina novella
  • 5/6 pomodorini ciliegino
  • qualche foglia di basilico
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale q.b.
  • olio e.v.o.
  • sale e pepe
  • una noce di burro
  • Parmigiano Reggiano

Peliamo gli asparagi, togliamo le parti più dure finali e teniamo da parte le punte. Lessiamo per qualche minuto i gambi, togliendoli dal fuoco non appena ammorbidiscono. Lasciamoli raffreddare e tagliamoli a pezzetti di circa 1 cm.

Stufiamo la cipollina con dell’olio nel tegame dove andremo a cuocere il riso. Aggiungiamo gli asparagi e i pomodorini tagliati, lasciando insaporire per qualche minuto. A questo punto mettiamo il riso a tostare sfumando poi con il vino bianco. Continuiamo la cottura con il brodo vegetale. A metà cottura aggiungiamo le punte degli asparagi, tagliandole a metà nel senso della lunghezza quindi le foglie di basilico spezzate con le mani. Aggiustiamo di sale e pepe.

Portiamo a cottura e a fuoco spento mantechiamo con una noce di burro e del Parmigiano. Una delizia! 😉

Martina

La pasta fatta in casa

Standard

Buona domenica miei cari lettori!

Ecco qui la mia ricetta per preparare la pasta fatta in casa: semplice e buonissima. Farla è una di quelle cose che riempe di soddisfazione, mette di buon umore e soddisfa il palato. Voi come la stendete? Mattarello o nonna papera? Personalmente non sono per la fatica a tutti i costi  e devo ammettere che la macchinetta (io ho quella da attaccare alla planetaria) velocizza di molto i tempi di preparazione quando si è di fretta. Ma attendo i vostri pareri!

Intanto buon appetito! 😉

Martina

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di semola di grano duro
  • 200 gr di farina 00
  • 4 uova
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • un pizzico di sale

Facciamo la fontana su un tagliere utilizzando le due farine e aggiungiamo le uova, un pizzico di sale e l’olio al centro. Iniziamo a inglobare mano a mano la farina partendo dai bordi per formare un impasto liscio e omogeneo. Aggiungiamo un pò di farina all’occorrenza.  Copriamo la pasta con un canovaccio e la lasciamo riposare per un’ora. Quindi la stendiamo dello spessore desiderato, con il mattarello o con l’aiuto dell’apposita macchina e la tagliamo del formato che più ci piace. Personalmente adoro le tagliatelle dalla sfoglia sottile 🙂

Se procediamo con la pasta lunga la suddividiamo in nidi, cospargendola sempre con un pò di farina di grano duro perchè si secchi. Cuociamo pochi minuti in abbondante acqua salata e condiamo con il sugo preferito.

SAM_4290        SAM_4292