Archivi categoria: Secondi piatti

Pollo alle mandorle

Standard

Un’idea fantastica oggi amici: un piatto che viene d’Oriente ma che incontrerà sicuramente anche i vostri gusti: il pollo alle mandorle. È pronto davvero in un attimo perciò vi farà fare un figurone senza farvi passare la giornata ai fornelli. Passiamo alla lista della spesa.

image

Ingredienti per 4 persone:
500 gr di petto di pollo
100 gr di mandorle pelate
15 gr di zenzero fresco grattugiato
Farina 0 q.b.
Sale
1 cipolla
Olio e.v.o.
Salsa di soia q.b.

Iniziamo affettato la cipolla finemente e grattuggiando lo zenzero. In una padella wok o un’antiaderente facciamo rosolare questi due ingredienti con un po’ d’olio, a fuoco medio e mescolando spesso. Nel frattempo tagliamo i petti di pollo a bocconcini o striscioline e infariniamoli. Aggiungiamo al soffritto i bocconcini di pollo infarinati e facciamoli dorare. Solo quando si sarà formata una leggera crosticina sfumiamo con  la salsa di soia e mescoliamo. Portiamo a cottura aggiungendo dell’acqua a bisogno. Prima di salare il piatto assaggiamolo: la salsa di soia è molto sapida perciò non necessariamente servirà aggiungere sapore. Mentre il pollo cuoce tostiamo le mandorle pelate in una padella antiaderente per 2/3 minuti. Uniamo quindi le mandorle e amalgamiamo il tutto delicatamente.
Io ho servito il pollo fumante con del riso bollito e condito con un po’ d’olio e un po’ di burro. Una vera delizia!

Martina

Frittata di bruscandoi (o asparagi selvatici) cotta al forno

Standard

Buona giornata amici! Sconfiggiamo questo tempo uggioso con profumi e cibi di stagione! Dalle mie parti gli asparagi selvatici si chiamano “bruscandoi” e si trovano in campagna. Con un po’ di pazienza si possono raccogliere lungo gli argini.  Al lavoro quindi! 🙂

Ingredienti:
Mezzo chilo di asparagi selvatici
1 cipolla
Olio e.v.o.
Sale e pepe
8 uova
4 cucchiai di grana

Iniziamo pulendo e lavando gli asparagi selvatici, tenendo solo le punte. Lessiamole per 5 minuti, quindi scoliamole. Facciamo soffriggere una cipolla in poco olio e, una volta che sarà dorata, aggiungiamo gli asparagi selvatici tagliati a pezzettini e  insaporendo il tutto con sale e pepe. A parte sbattiamo le uova con 3 cucchiai di grana, sale e pepe. Aggiungiamo gli asparagi e versiamo il tutto in una teglia rivestita con carta da forno. Cospargiamo con un altro cucchiaio di grana e informiamo per 20 minuti circa a 180 gradi.
Accompagniamo il tutto con degli asparagi verdi, lessati e conditi a piacere. Buonissimi!
Martina

image

Verdure spadellate con scamorza affumicata

Standard

‘Sera amici!
Una cena veloce e light? Prendete mezza cipolla per persona e fatela rosolare con un po’ d’olio extra vergine d’oliva. Aggiungete una carota tagliata a pezzettoni o rondelle o come preferite. Fate andare per qualche minuto e aggiungete un paio di zucchine. Sfumate con del vino bianco, salate e pepate. Portate a cottura ma lasciate che le verdure restino croccanti. Aggiungete qualche foglia di basilico fresco spezzettata con le mani che fa tanto primavera. Mettete qualche fettina di scamorza affumicata a fette sottili e aspettate pochi secondi che si sciolga appena. Una delizia davvero!
Buon appetito, Martina

image

Carciofi farciti alla mortadella

Standard

Buon lunedì e buon inizio di settimana a tutti!

Ecco un piatto molto gustoso, perfetto per la cena di questa sera e con ingredienti di stagione. Iniziamo dalla lista della spesa.

20150111_122540

Ingredienti:

  • 8 grossi carciofi
  • 2 cucchiai di grana
  • 1 uovo
  • una manciata di pangrattato
  • 50 gr di mortadella
  • prezzemolo
  • una punta d’aglio
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.

Puliamo i carciofi mantenendo un pezzetto di gambo ed eliminando le foglie dure; tagliamoli a metà per il lungo e cuociamoli a vapore per pochi minuti (devono solo ammorbidirsi). In una ciotola mescoliamo il grana, l’uovo, il pangrattato, la mortadella tritata con il prezzemolo, l’aglio, sale e pepe. Tritiamo 4 mezzi carciofi e uniamoli al composto.

Sistemiamo quindi i restanti mezzi carciofi su una placca unta di olio e farciamoli con il composto. Condiamo con un filo di olio e passiamo in forno a 200° per 15- 20 minuti, finchè non sono dorati.

Buon appetito!

Martina

Polpettone con ripieno di radicchio e salame

Standard

Ecco qui un secondo piatto al quale nessuno saprà resistere: morbido e saporito allo stesso tempo!

Ingredienti:

  • 300 gr di macinato scelto di manzo
  • 1 uovo
  • 2 cespi di radicchio di Treviso
  • 1 patata lessa
  • 3/4 fette di salame
  • prezzemolo q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • pangrattato q.b.
  • Parmigiano q.b.
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • vino bianco

Amalgamiamo il macinato con l’uovo e la patata precedentemente lessata e schiacciata con una forchetta. Uniamo il prezzemolo tritato e uno spicchio d’aglio tagliato finemente.  Aggiungiamo Parmigiano e pangrattato quanto basta per ottenere un composto morbido ma asciutto. Saliamo e pepiamo e stendiamo il composto ottenuto su un tagliere rivestito di carta forno in modo da agevolare l’operazione di chiusura.

Al centro del composto disponiamo il radicchio lavato e asciugato (possiamo tagliarlo o lasciarlo intero) e quindi sbricioliamo grossolanamente il salame. Chiudiamo per formare un rotolone.

IMG-20140218-WA0004

Preriscaldiamo il forno a 180° e cuociamo il polpettone adagiato su una pirofila con un po’ d’olio. Dopo circa mezz’ora di cottura sfumiamo con il vino bianco, quindi continuiamo a cuocere per ancora mezz’ora, finché il polpettone non assume un bel colore dorato. Serviamo con un contorno a piacere.

Martina

2014-02-02 19.11.33 2014-02-02 19.12.58

Polenta pasticciata

Standard

Pioggia, neve, vento…meglio scaldarsi con qualcosa di caldo e tipicamente invernale. Cosa c’è di meglio della polenta pasticciata secondo la ricetta della mamma? Mettiamoci al lavoro!

1016407_805826262767128_1432448719_n

Ingredienti per 4/5 persone:

  • 500 gr di farina di polenta
  • 2,5 l di acqua
  • 2 cucchiai di olio e.v.o. 
  • 3 hg di ragù o salsiccia
  • Parmigiano reggiano
  • Fontina
  • 3 hg di funghi (chiodini andranno benissimo)

Prepariamo la polenta: nell’acqua salata aggiungiamo la farina a pioggia e mescoliamo con una frusta. Versiamo anche due cucchiai di olio e.v.o. e facciamo cuocere a fuoco lento per circa 2 ore. La polenta deve comunque risultare molto morbida, da prendere a cucchiaiate.

In delle piccole cocotte monoporzione facciamo uno strato di polenta, quindi uno strato di ragù di carne scelta di manzo (in alternativa possiamo utilizzare salsicce precedentemente cotte in padella) e chiudiamo con una generosa spolverata di Parmigiano reggiano. Procediamo quindi con un secondo strato di polenta e uno di fontina, funghi e Parmigiano. Un ultimo strato di polenta e, a chiudere, ancora Parmigiano.

Facciamo gratinare il tutto in forno finché non si forma una bella crosticina dorata e serviamo fumante!

Buon appetito!

Martina

Filetto alla Wellington

Standard

SAM_4559      SAM_4562

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 medaglioni di filetto di vitello
  • 1 rotolo di pasta soglia
  • 4 cucchiai di funghi trifolati misti
  • 4/ 8 fette di Prosciutto crudo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • un po’ d’acqua
  • sale e pepe

 

La protagonista è la carne! Una ricettina ottima se avete ospiti a cena (il successo è garantito!) o per un più romantico tête-à- tête 😉

In una bistecchiera caldissima cuociamo il filetto 30 secondi circa per lato, ottenendo una duratura intensa. Saliamo, pepiamo e lasciamo raffreddare su un piatto. Stendiamo la pastasfoglia e ricaviamo dei quadrati grandi abbastanza da ricoprire la bistecca. Con quella che avanza ricaviamo dei fiorellini primaverili. Quando la carne si è raffreddata la avvolgiamo nelle fette di prosciutto crudo. Disponiamo la bistecca al centro di ogni quadrato di sfoglia, aggiungiamo i funghi leggermente tagliati e chiudiamo a fagottino. Appoggiamo i fiorellini sopra i “pacchetti”  e spennelliamo con il tuorlo d’uovo diluito con un po’ d’acqua.

Lasciamo il filetto in frigo per almeno 30 minuti o finché non siamo pronti a cuocerlo. Preriscaldiamo il forno a 220° e cuociamo su un ripiano alto per 20- 25 minuti o 30 se preferite la carne ben cotta.

Servite su un letto di rucola con delle patate al forno e annaffiate il tutto con un buon vino rosso, per esempio un cabernet Sauvignon o un Malbec.

Martina

SAM_4534    SAM_4536   SAM_4538