Archivi categoria: Stuzzicchini, aperitivi e frivolezze

Asparagi in saor

Standard

20160516_150857

Cari amici, oggi il ristorante “Chez Martina” propone: “asparagi in saor”.

Se come me in questo periodo non potete fare a meno di questo ortaggio, vi propongo un modo originale per gustare gli ultimi asparagi di stagione. Una ricetta tipicamente veneta e un abbinamento insolito quanto azzeccato. Non perdeteveli!

Ingredienti:

  • asparagi verdi
  • cipolla bianca
  • uvetta
  • pinoli
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • aceto

Per prima cosa peliamo e laviamo con cura gli asparagi, conservando solo la parte più tenera; quindi cuociamoli a vapore mantenendoli croccanti. Nel frattempo, in una padella, facciamo stufare la cipolla tagliata sottile con un po’ d’olio. Facciamola cuocere lentamente finchè non diventa morbida. Condiamola quindi con aceto, sale e pepe. Siamo pronti per assemblare il piatto. Sopra gli asparagi cotti adagiamo la cipolla con tutto il suo sugo; cospargiamo di pinoli e uvetta.

Questo piatto è ottimo come antipasto, per accompagnare dei salumi fresci ma io lo adoro anche con il bollito.

Buon appetito, Martina

20160414_184544

Annunci

Crostini con pomodorini secchi e mozzarella di bufala

Standard

image

Aperitivo tra amici? Voglia di uno spuntino? Un’idea per cena? Questi crostini con pomodorini secchi e mozzarella di bufala faranno al caso vostro! Un grazie di cuore a Catia che me li ha fatti scoprire!

Gli ingredienti sono pochi e semplici, le quantità variabili a seconda dei commensali o della vostra fame:

Baguette
Mozzarella di bufala
Pomodorini secchi
Olio e.v.o.
Origano

Sbollentiamo per 5 minuti i pomodorini secchi in acqua in modo che si ammorbidiscano. Nel frattempo tagliamo la baguette, o altro pane adatto allo scopo, a rondelle e mettiamolo in forno a dorare.
Asciughiamo bene i nostri pomodorini e condiamoli con olio e origano. Possiamo decidere di lasciarli interi o tagliarli a striscioline. Adagiamo i pomodori su ogni crostino e finiamo con un pezzetto generoso di mozzarella di bufala.
Buon appetito!
Martina

Crostata con pesto di noci, mandorle, basilico, prezzemolo e maggiorana

Standard

image

Che titolo lungo per questa ricetta! Gli ingredienti sono numerosi ma tutti preziosi per il raggiungimento del risultato finale: una splendida crostata con brisè fatta in casa e un pesto speciale a base di basilico, prezzemolo, maggiorana, noci e mandorle… ma non è finita qui! Leggiamo gli ingredienti per saperne di più.

Ingredienti per la brisè:

  • 200 gr di farina 0
  • 100 gr di burro freddo
  • 70 gr di acqua ghiacciata
  • un pizzico di sale

Per il pesto misto:

  • 30 gr di noci
  • 30 gr di mandorle
  • 50 gr di basilico
  • 10 gr di prezzemolo
  • 15 gr di maggiorana
  • uno spicchio d’aglio
  • sale e pepe
  • olio e.v.o. q.b.
  • 250 gr di ricotta di bufala
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo
  • 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano
  • 200 gr di pancetta affumicata

Iniziamo preparando la nostra brisè. In un mixer uniamo la farina, il burro freddo di frigorifero e tagliato a pezzetti, un pizzico di sale e frulliamo fino ad ottenere un composto sabbioso. Disponiamo il tutto in una ciotola e aggiungiamo l’acqua fredda un po’ alla volta, impastando velocemente. Trasferiamo il composto su una spianatoia e continuiamo ad impastare fino ad ottenere una sfoglia soda e abbastanza elastica. Una volta pronta, avvolgiamo la brisè nella pellicola e lasciamola riposare in frigo per lameno 40 minuti.

Nel frattempo dedichiamoci al ripieno. In un mixer mettiamo il basilico, il prezzemolo, la maggiorana, le noci e le mandorle. Uniamo anche lo spicchio d’aglio e azioniamo il mixer a più riprese, versando l’olio a filo fino ad ottenere un pesto omogeneo. A questo punto possiamo aggiungere la ricotta, il Parmigiano e le uova sbattute a parte. Saliamo, pepiamo e amalgamiamo bene il tutto.

Rosoliamo la pencetta in padella senza alcun condimento fino a chè non diventa croccante. Lasciamola intiepidire e versiamola all’interno del composto al pesto.

Riprendiamo la brisè dal frigo e, su una spianatoia infarinata, stendiamola con un mattarello. Spostiamo la sfoglia in una tortiera rivestita di carta da forno. Tagliamo l’eccesso di sfoglia e pressiamola bene sui bordi. Versiamo il pesto all’interno della brisè e inforniamo a 170° per circa 40 minuti.
image

image

Lasciamo intiepidire leggermente prima di servire.

Martina
image

 

 

Radicchio di Treviso in agrodolce

Standard

image

Non solo d’estate ci si può sbizzarrire con la conservazione dei prodotti dell’orto. Provate questi radicchi di Treviso in agrodolce e ditemi se non vi ricrederete anche voi!

Ingredienti:
1 kg di radicchio rosso trevigiano tardivo
1/2 lt d’acqua
1/2 lt di aceto
125 ml di olio e.v.o.
45 gr di zucchero
40 gr di sale
Bacche di ginepro
Pepe in grani

Mettiamo tutti gli ingredienti della marinata in una pentola capiente e portiamo ad ebollizione. Nel frattempo laviamo i cespi di radicchio sotto l’acqua corrente e sbucciamo la parte più tenera, tagliando quella più coriacea. Dividiamo i radicchi in 4 pezzi nel senso della lunghezza (in 2 se sono particolarmente piccoli). Quando la marinata comincia a bollire immergiamo i radicchi lasciandoli per 1 solo minuto dalla ripresa del bollore; quindi scoliamoli.
Riempiamo 4 vasetti a chiusura ermetica da 250 ml con il radicchio scottato, qualche bacca di ginepro, qualche grano di pepe e infiliamo una gabbietta di plastica per mantenere il tutto ben schiacciato. Versiamo quindi il liquido riportato ad ebollizione, sigilliamo i barattoli e giriamoli a testa in giù. Aspettiamo, ahimè, 10 giorni prima di assaggiare. Assicuriamoci che i vasetti abbiano raggiunto il sottovuoto e potremo conservarli in dispensa anche per un anno (se così non fosse lasciamoli in frigo e mangiamoli entro un paio di settimane).
Perfetti per accompagnare salumi, formaggi e bolliti.

Martina

Tronchetto di Natale salato

Standard

Ebbene sì, le Feste cari amici non sono ancora terminate e sono sicura avrete qualche cena in programma. Stupite i vostri ospiti con questo semplicissimo tronchetto salato..pronto davvero in pochi minuti e che potrete praparare con un giorno d’anticipo!

image

Ingredienti:

4 o 5 fogli di pane da tramezzini
4 hg circa di insalata russa
1 hg di prosciutto cotto
3/4 cucchiai di Philadelphia

Prendiamo i fogli di pane da tramezzini e sovrapponiamoli leggermente per il lato più lungo in modo da formare un unico foglio. Con un mattarello compattiamo bene il tutto finché i fogli non si attaccano. Stendiamo le fette di prosciutto cotto su tutta la superficie, quindi l’insalata russa. Arrotoliamo per il verso della lunghezza stringendo bene il rotolo. Se lo facciamo il giorno prima possiamo conservare il tronchetto avvolto nella pellicola trasparente in frigorifero per poi guarnirlo all’ultimo momento. Tagliamo il rotolo a 3/4 e leggermente di sbieco in modo da formare il ramo che metteremo a lato del nostro tronchetto. A questo punto spalmiamo il tutto con la Philadelphia delicatamente e facendo attenzione a non rompere il pane. Con i rebbi di una forchetta creiamo le tipiche striature del tronchetto. Serviamo ai nostri ospiti felici 🙂
Naturalmente possiamo variare il ripieno in base ai nostri gusti. Buon appetito!
Martina

Frittata di bruscandoi (o asparagi selvatici) cotta al forno

Standard

Buona giornata amici! Sconfiggiamo questo tempo uggioso con profumi e cibi di stagione! Dalle mie parti gli asparagi selvatici si chiamano “bruscandoi” e si trovano in campagna. Con un po’ di pazienza si possono raccogliere lungo gli argini.  Al lavoro quindi! 🙂

Ingredienti:
Mezzo chilo di asparagi selvatici
1 cipolla
Olio e.v.o.
Sale e pepe
8 uova
4 cucchiai di grana

Iniziamo pulendo e lavando gli asparagi selvatici, tenendo solo le punte. Lessiamole per 5 minuti, quindi scoliamole. Facciamo soffriggere una cipolla in poco olio e, una volta che sarà dorata, aggiungiamo gli asparagi selvatici tagliati a pezzettini e  insaporendo il tutto con sale e pepe. A parte sbattiamo le uova con 3 cucchiai di grana, sale e pepe. Aggiungiamo gli asparagi e versiamo il tutto in una teglia rivestita con carta da forno. Cospargiamo con un altro cucchiaio di grana e informiamo per 20 minuti circa a 180 gradi.
Accompagniamo il tutto con degli asparagi verdi, lessati e conditi a piacere. Buonissimi!
Martina

image